Viabilità provinciale: oltre 1 milione di euro per il risanamento e la sistemazione dei piani viabili

Sono oltre 1 milione, per la precisione 1 milione e 66 mila, gli euro che  la Provincia di Massa-Carrara ha stanziato nel bilancio 2021 e nel programma per le opere del Dup, il documento unico di programmazione, e che sono destinati ai lavori di risanamento e sistemazione dei piani viabili delle strade provinciali.

In questi giorni gli uffici del Settore Tecnico della Amministrazione di Palazzo Ducale hanno provveduto ad approvare i progetti esecutivi dell’intervento, suddiviso in due lotti: il primo per 746 mila 432 euro, il secondo per 320 mila euro.

I finanziamenti fanno parte del programma quinquennale 2019-2023 di interventi sulla viabilità provinciale che aveva ottenuto il via libera dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti con un finanziamento complessivo di 8 milioni, circa 1 milione 591 mila euro all’anno.

Le strade provinciali di Massa-Carrara, un patrimonio di circa 650 chilometri,

collegano tra loro un territorio molto diversificato, sia dal punto di vista morfologico che climatico, che si sviluppa all’interno di un perimetro che dal livello del mare arriva ad oltre 1500 metri di quota, in corrispondenza dei passi appenninici nelle zone confinanti con la Liguria, l’Emilia Romagna e la Provincia di Lucca.

Nelle zone costiere il danneggiamento dei manti stradali è da collegarsi alla notevole quantità e qualità (mezzi pesanti) di traffico, mentre nelle zone collinari e di montagna, il deterioramento è una conseguenza relativa alle tipiche condizioni climatiche del periodo invernale caratterizzate da rigide temperature, formazione di ghiaccio e precipitazioni nevose.

Con lo stesso atto con il quale sono stati approvati i due progetti esecutivi sono state anche avviate le gare per l’affidamento dei lavori: in entrambi i casi si tratta di procedure negoziate previa la consultazione di almeno dieci operatori economici per il primo lotto e di almeno cinque per il secondo lotto.

Pubblicato: 25 maggio 2021
torna all'inizio del contenuto