Ultima settimana di MutaMenti: si apre a Montignoso con il trio di Paolo Pandolfo. Max De Aloe chiude il Festival a Pontremoli con la presentazione del nuovo album

 

Il festival MutaMenti si avvia a chiudere i battenti di questa seconda edizione e lo fa in quest’’ultima settimana con tre apuntamenti imperdibili.

La viola da gamba di Paolo Pandolfo apre la tre giorni di appuntamenti giovedì 4 ottobre 2018 alle 21.30 alla chiesa di Santa Maria della Rosa a Montignoso. Paolo Pandolfo è uno dei più riconosciuti e affermati solisti al modo e si presenta in questa serata assieme ad Andrea Pandolfo, alla tromba, flicorno e voce e a Michelangelo Rinaldi alla fisarmonica e pianoforte dando vita ad uno spettacolo dal titolo Kind of Satie, new music around Erik Satie, un viaggio tra suggestioni musicali di Erik Satie, echi di jazz contemporaneo e incursioni nel repertorio barocco.

Venerdì 5 ottobre alle 21.30 nella biblioteca civica di Carrara, il trio Gaddi – Desideri – Pedol, con Fabrizio Desideri al clarinetto, Piero Gaddi alle tastiere e Filippo Pedol al contrabbasso, presenterà “Suggestioni jazz tra il mediterraneo e i monti della Garfagnana” un progetto di composizioni originali miscelate ad arrangiamenti in ambito jazz dei canti della tradizione musicale della Garfagnana.

Il festival si chiuderà sabato 6 ottobre a Pontremoli. Alle 15.00 al castello del Piagnaro torneranno Luca D’Agostino e Luciano Rossetti, i due fotografi della Phocus Agency che hanno regalato al mondo della musica e in particolare del jazz scatti memorabili inscritti nella storia della fotografia musicale, per l’incontro conclusivo del workshop inaugurato il 15 settembre alla Fortezza della Brunella.

Alle 21.30 al Teatro della Rosa invece Max De Aloe, nel trio De Aloe-Librasi-Stranieri con Max De Aloe, armonica cromatica, fisarmonica e live electronics, Ermanno Librasi clarinetto basso e loops e Nicola Stranieri alla batteria, presenterà Sonnambuli, il nuovo progetto musicale in uscita su CD ed LP proprio il 6 ottobre.

Un concerto coinvolgente eseguito in quadrifonia che vede l’originalità e la curiosità, tratti distintivi di tutte le produzione musicali di De Aloe, tradursi in una musica sospesa tra jazz, dub, elettronica e folk: un viaggio tra brani che raccontano poesie in musica, veri e propri frammenti di vita, echi di luoghi lontani e disegni quasi cinematografici.

MutaMenti seconda edizione 2018 è un progetto che nel presentarsi come rassegna musicale, si sviluppa in un complesso armonico di attività e finalità. MutaMenti non è un festival di addetti ai lavori o di specialisti, ma una rassegna, votata all’incontro e alla ricerca del bello nell’arte, nella musica e nella cultura, in cui tutti possono trovare passione e coinvolgimento. Tutti gli introiti della bigliettazione degli spettacoli saranno destinati ad interventi di valorizzazione sui beni culturali del territorio.

Si suggerisce di effettuare la prenotazione per tutti gli spettacoli, attraverso l’apposito box online inserito sul www.istitutovalorizzazionecastelli.it/mutamenti oppure direttamente dalla pagina fb del festival cliccando su “prenota subito”.

Per qualsiasi informazione è possibile, come di consueto, contattare la Segreteria I.V.C. (dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12:30, al 0585816524, oppure all’indirizzo e-mail mutamenti@istitutovalorizzazionecastelli.it ).

 

Pubblicato: 02 ottobre 2018Ultima modifica: 28 febbraio 2019