Torna Mutamenti, il jazz festival itinerante della Provincia di Massa-Carrara

Il festival jazz MutaMenti non si arrende mai e non rinuncia alla seconda sessione dell’edizione 2020 che, rinviata a causa dell’emergenza Covid, sarà interamente recuperatadall’11 al 20 giugno 2021 con 6 tappe che toccheranno la Costa e soprattutto la Lunigiana.

Una seconda sessione resa possibile grazie al contributo della Fondazione Carispezia nell’ambito del bando “Cultura in Movimento” e grazie alla forza di tutti coloro che hanno creduto e credono nel significato profondo di un festival provinciale che, partendo dalla bellezza dei luoghi dell’arte e della cultura disseminati lungo la Provincia di Massa-Carrara e valorizzando l’aspetto del jazz quale musica delle contaminazioni, offre ad un territorio ed al pubblico qualcosa di unico.

Novità di questa e della futura programmazione è la collaborazione con il festival Con-vivere, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, che organizzerà con MutaMenti uno degli eventi in programma a Pontremoli.

Questa iniziativa rientrerà fra gli appuntamenti di con-vivere prima(e)dopo che anticiperanno alcuni dei temi della sedicesima edizione dedicata a “cura”.

Una quarta edizione, quella di quest’anno, che aggiunge agli obiettivi del progetto quello di sottolineare come le iniziative locali si possano tradurre in risposte concrete, sia in terminieconomici, che di incentivo all’attività creativa, al disastro causato al mondo dello spettacolo dal vivo e della cultura dall’isolamento vissuto dallo scoppio della pandemia.

Nato in una terra ricca di castelli, musei, biblioteche e luoghi storici, ma lontana dai grandi flussi turistici, il festival, oggi più che mai, vuol essere un’occasione per diffondere e sostenere la creatività di artisti, senza badare esclusivamente ai grandi numeri, ma valorizzando l’aspetto qualitativo delle proposte.

Investire in un progetto come MutaMenti, infatti, significa non solo investire nell’arte, nella cultura e nella conservazione e cura del Bello, ma anche puntare su un territorio e credere chetale investimento sia la condizione di attivazione di risorse in grado di produrre ricadute edeffetti di natura economica oltreché di ordine culturale e sociale.

MutaMenti è un festival che non ama parlare ad alta voce, ma sceglie di curare i dettagli e i più piccoli particolari.

“MutaMenti” non è solo un Festival, ma un progetto che nasce da una serie fortunata di esperienze e di incontri, primo fra tutti quello dell’Istituto Valorizzazione Castelli con l’armonicista jazz Max De Aloe, direttore artistico del festival, ed è il risultato di un percorso  indirizzato a dare a musei, castelli e più in generale ai luoghi della cultura, una nuova definizione non solo in termini di spazio fisico, ma anche di missione e di rapporto con il visitatore.

La rassegna si definisce per una panoramica di spettacoli in linea con la multidisciplinarietà che la caratterizza, ma anche con la pluralità dei luoghi di una terra che trova nel festival un’occasione per dar segno della propria forza e delle proprie molteplici sfaccettature.

MutaMenti si chiama così perché punta al rinnovamento e al cambiamento delle prospettive. Non è un festival destinato ad addetti ai lavori o a specialisti, ma un festival votato all’incontro e alla ricerca del bello nell’arte, nella musica e nella cultura.

È un vero e proprio Festival itinerante, pronto ad avvolgere e coinvolgere il pubblico rendendolo partecipe del Bello e della sua conservazione attraverso una panoramica di spettacoli ambientati in strutture differenti.

MutaMenti vuol essere un percorso che non si esaurisce nel tempo limitato dell’ascolto, ma permane nel tempo e per questo ha scelto di destinare tutti gli introiti derivanti dalla bigliettazione degli spettacoli ad interventi di valorizzazione sui beni culturali del territorio della provincia di Massa-Carrara .

Il festival MutaMenti rientra nel circuito dei principali festival di musica jazz promossi dall’Associazione I-jazz ItaliaJazz

Vai al programma di “MutaMenti”  4^ edizione 2^ sessione

Scopri e gusta con Muta Mutamenti

MutaMenti ha scelto anche quest’anno di associare agli spettacoli percorsi di scoperta del territorio e lo ha fatto grazie alla collaborazione con Sigeric servizi per il turismo, Altereco Soc. Coop., Controvento trekking e storia, Il museo di San Caprasio e il punto Ristoro del castello Malaspina di Massa. A questo aspetto della programmazione si aggiungono la collaborazione con Federalberghi Costa Apuana, Confcommercio e l’Agenzia turistica Viaggi di Mare che hanno concorso alla realizzazione di un programma di offerta turistica con sconti e pacchetti dedicati a coloro che decideranno di soggiornare sul nostro territorio per partecipare al Festival. Presente sempre la collaborazione con il Ccn Massa da Vivere nella fase promozionale del Festival.

Vai al programma di “Scopri e gusta con MutaMutamenti”

 

BIGLIETTI E PRENOTAZIONI:

Come di consueto il costo degli spettacoli è €7,00.

Per le attività collaterali consultare il sito dell’Istituto Valoriizazione Castelli  Si ricorda l’importanza della prenotazione, da effettuare sempre tramite il sito dell’Istituto Valoriizazione Castelli

 

Pubblicato: 28 maggio 2021