Personale: approvato il piano triennale dei fabbisogni e il piano annuale delle assunzioni

“È una significativa inversione di tendenza rispetto al passato il piano assunzionale per il 2022”: inizia così il commento del presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti,  dopo aver firmato il decreto che dà il la al piano triennale dei fabbisogni del personale di Palazzo Ducale per il triennio 2022-2024.

Può sorprendere il fatto di apprendere che l’amministrazione provinciale potrà assumere 14 nuovi dipendenti nel 2022, di cui 4 a tempo determinato, dopo il periodo buio durato un decennio dovuto al blocco delle assunzioni, durante il quale l’unica voce attiva era quella del personale in uscita, che, unitamente alla riforma delle Province, ha portato a ridurre di oltre il 50% la forza lavoro della Provincia.  Per misurare questa emorragia basti pensare, che solo per i servizi tecnico operativi per la manutenzione di 29 edifici scolastici, di 620 km di strade e di 250 ponti nel 2015 erano presenti in servizio 56 operai, mentre adesso si sono ridotti a 36.

“Questa operazione sul piano annuale – ha precisato il presidente – è possibile grazie al nuovo decreto che rivedendo i parametri e i coefficienti, ci consente di potenziare il nostro organigramma. E’ un buon segnale, soprattutto per quanto riguarda tutte le opere che dobbiamo realizzare legate al piano degli investimenti, anche in chiave Pnrr, ma non è sicuramente abbastanza per superare il gap accumulato in tutti questi anni, anche perché resta nel nostro bilancio la notevole sofferenza legata alla spesa corrente”.

I valori soglia previsti dal decreto di gennaio 2022 che fissano l’asticella al di sotto della quale si poteva tornare ad assumere tengono conto del rapporto tra la spesa del personale delle province rispetto alle entrate correnti: quel valore per la nostra Provincia era  stabilito al 20,80% e l’ente, per l’appunto è al di sotto.

Con il nuovo piano l’ente di Palazzo Ducale intende raggiungere 2 obiettivi: potenziare gli organici con figure tecniche specialistiche destinate in via prioritaria alle attività legate alla viabilità e all’edilizia scolastica. In secondo luogo fare fronte, almeno parzialmente, alle gravi carenze d’organico nei vari settori, che non possono essere sopperite in altro modo.

Ma vediamo quanti e quali sono i nuovi profili in ingresso per il 2022:

  • 1 Dirigente Tecnico (tempo determinato)• 1 fascia D Istruttore Direttivo Geologo
  • 2 fascia D Istruttori Direttivi Ingegneri
  • 1 fascia D Istruttore Direttivo contabile
  • 1 fascia D Istruttore Direttivo amministrativo-contabile
  • 1 fascia C Capo di Gabinetto (tempo determinato)
  • 2 fascia C Istruttori amministrativo-contabili
  • 1 fascia C Agente di Vigilanza (Polizia provinciale) – finanziato da Regione Toscana
  • 2 fascia B1 Esecutori Tecnici (Cantonieri/Operai)

A questi si aggiungono due assunzioni a tempo determinato, per massimo 36 mesi, legate ai finanziamenti ottenuti per l’edilizia scolastica sul  PNRR:

  • 1 fascia D Istruttore Direttivi Tecnico Ingegnere/Architetto
  • 1 fascia D Istruttore Direttivo amministrativo o amministrativo-contabile
Pubblicato: 01 giugno 2022
torna all'inizio del contenuto