Offerta formativa e dimensionamento rete scolastica 2020-2021

La novità principale del nuovo piano provinciale dell’offerta formativa e del dimensionamento scolastico approvato dal Consiglio Provinciale nel corso dell’ultima seduta, con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza, è che per il prossimo anno scolastico 2020-2021, non ci sarà nessun accorpamento, fusione o altro a livello di istituti scolastici nella nostra Provincia.

Tutto questo lo si deve a una sorta di moratoria decisa dalla Regione Toscana per il futuro anno scolastico che di fatto sospende l’obbligatorietà che deriva dalla normativa rispetto a numeri di iscritti che costringevano, fino all’anno scorso, le realtà territoriali a fare i conti con la autonomia di ogni realtà scolastica. Se ne riparla quindi il prossimo anno.

“Non è positivo, se vogliamo, decidere di non decidere – ha detto il presidente della Provincia Gianni Lorenzetti in consiglio – anche perché poi le decisioni le prendono altri, se dobbiamo fare i conti con il calo demografico e con le scelte delle famiglie che magari optano per offerte al di fuori del nostro territorio. Per ovviar a questo, comunque, abbiamo nel piano alcune offerte formative pervenuteci dagli istituti e vagliate dalla commissione tecnica e dalle conferenze, prima zonali e poi unificata, che accogliamo con questa delibera, proprio per dare alcune opportunità in più sul nostro territorio”.

Le novità riguardano in primo luogo l’attivazione presso la sede del Salvetti dell’istituto Barsanti di Massa del nuovo indirizzo “Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: Odontotecnico”.

Rispetto a questo indirizzo – ha precisato il presidente Lorenzetti – pur valutandolo positivamente e quindi riconoscendolo nel piano, per la mancanza attuale di spazi idonei al Salvetti subordiniamo la sua reale attivazione al momento in cui sarà disponibile l’edificio di via Simon Musico, a Massa, oggetto di permuta tra la Provincia e il Comune”.

Le altre novità del piano per le scuole superiori riguardano:

  • la riattivazione del corso serale “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale” al Salvetti di Massa;
  • la correzione del codice nell’indirizzo “Trasporti e logistica, articolazione Conduzione del mezzo” in “Conduzione del mezzo navale” al Fiorillo di Marina di Carrara
  • l’attivazione dell’opzione triennale “Tecnologie del legno nelle costruzioni” dell’indirizzo “Costruzioni, ambiente e territorio” (geometri) all’Istituto Pacinotti-Belmesseri, sede di Pontremoli
  • l’attivazione del nuovo indirizzo “Gestione delle acque e risanamento ambientale” sempre nella sede di Pontremoli del Pacinotti-Belmesseri

“La richiesta dell’attivazione dell’opzione triennale per i geometri di Pontremoli – ha precisato Lorenzetti – viene accolta tenuto conto che, nel caso non ci fossero disponibili locali nella sede di Pontremoli, il nuovo indirizzo sarà attivato in altra sede dell’Istituto”.

 Per quanto riguarda, invece, le richieste pervenute dagli istituti superiori rispetto all’ istruzione e formazione professionale nel piano 2020-2021 sono stati inseriti i seguenti percorsi:

  • Ispia Barsanti sede Einaudi di Carrara: “Operatore dell’abbigliamento”
  • Ipsia Barsanti, sede di Massa: “Operatore meccanico”, “Operatore elettrico”, “Operatore nella riparazione dei veicoli a motore”
  • Istituto Pacinotti- Belmesseri, sede di Bagnone: “Operatore meccanico”, “operatore elettronico”, “Operatore della ristorazione, preparazione pasti”, “Operatore della ristorazione, servizi sala e bar”
Pubblicato: 22 novembre 2019