Liceo Pascoli Massa: il crono programma della seconda fase dei lavori

Incontro Liceo Pascoli 6 ottobre 2020

Si chiuderà entro il 31 dicembre 2020 la seconda fase dei lavori di messa in sicurezza dei soffitti del liceo Pascoli di Massa: lo ha detto il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, incontrando a Palazzo Ducale, assieme al consigliere provinciale Stefano Alberti, la dirigente scolastica, Alessandra Paoli, e alcuni docenti e genitori.

 

Nei giorni scorsi – ha detto tra l’altro il presidente – si sono ultimati i lavori per circa 120 mila euro finanziati il 31 luglio scorso dal Pon, il Piano operativo nazionale del Ministero per l’avvio in sicurezza del nuovo anno scolastico, per cui abbiamo messo a disposizione della scuola il piano terra, il primo piano e parte del secondo, per un totale di 8 aule.

Come è noto – ha aggiunto Lorenzetti – nel corso di questo intervento, che doveva essere fatto a macchia di leopardo installando controsoffitti anti sfondellamento, ci siamo accorti della necessità di un’operazione più estesa, per cui abbiamo deciso di fare i lavori su tutti i soffitti, trovando le risorse nel nostro bilancio, ulteriori 260 mila euro, disponibili a seguito della pronuncia della Corte dei Conti che ha reso necessario rivedere i conti consuntivi degli 5 anni.

Con i lavori che abbiamo già fatto su una pavimentazione sintetica per la rimozione dell’amianto arriviamo a spendere sul questo liceo qualcosa come 430 mila euro circa, che per come sono i nostri bilanci è una cifra davvero importante.

Nell’ultimo consiglio provinciale, nei giorno scorsi, abbiamo approvato la variazione di bilancio, con il voto favorevole e responsabile di maggioranza e opposizione, che ci permette di passare alla seconda fase dell’intervento, completandolo anche con il terzo e quarto piano, e quindi di presentare il crono programma”.

Vediamo  i passaggi che porteranno alla riconsegna entro la fine dell’anno di tutto l’istituto all’attività didattica: giovedì 8 ottobre il presidente con proprio decreto approverà il nuovo progetto. “Il giorno dopo – ha aggiunto il presidente – sarà pubblicata la gara sulla piattaforma Start della Regione Toscana e ci saranno 5 giorni per presentare le offerte”.

Giovedì 15 ottobre saranno aperte le offerte e ci sarà l’assegnazione: gli uffici verificheranno poi i requisiti di legge della ditta vincitrice e si conta di arrivare alla consegna il 22 ottobre per permettere l’inizio dei lavori lunedì 26 ottobre.

Rispetto alla sicurezza il cantiere sarà compatibile con l’attività didattica: c’è la disponibilità da parte della Provincia, che dovrà essere valutata e verificata con il responsabile della sicurezza del liceo, di riconsegnare i piani man mano che i lavori procederanno.

Nel corso dell’incontro è stato anche comunicato che nel frattempo alla Provincia sono state assegnate le risorse per la progettazione del rifacimento della copertura della scuola.

Con la messa a disposizione del primo lotto di classi, come ha comunicato la dirigente scolastica Paoli potrà riprendere la didattica in presenza, secondo le modalità che la scuola renderà note e che prevederanno il rientro a scuola a settimane alterne del liceo linguistico e di quello delle scienze sociali.

Pubblicato: 06 ottobre 2020