Il festival Mutamenti su Eppela

 

La cultura ha bisogno di risorse per vivere e diffondersi, raggiungere quante più persone possibili. E in un’epoca in cui gli enti pubblici non hanno più risorse sufficienti a far fronte a programmi culturali complessi e di qualità, l’intervento del privato diventa essenziale. Per questo il nuovo festival dell’Istituto valorizzazione Castelli di Massa Carrara, “MutaMenti”, ha deciso di trasformarsi, in omaggio al suo nome, e di provare una strada del tutto innovativa, nata sulla rete e ormai sempre più utilizzata dalle nuove generazioni: il crowdfunding. Una volta si sarebbe chiamata ‘colletta’ ma i tempi cambiano e anche i social offrono nuove opportunità.

Si tratta di una campagna di raccolta fondi di tipo ‘diffuso’ a cui tutti possono partecipare donando anche cifre simboliche che vanno ad aggiungersi al monte della raccolta per sostenere l’originale festival jazz dell’Ivc che fra le sue caratteristiche ha proprio quello di essere ‘diffuso’ nei luoghi dell’arte e della storia della provincia di Massa Carrara. La campagna crowdfunding di MutaMenti iniziata lunedì 13 agosto 2018 sulla piattaforma web Eppela.

MutaMenti  è nato due anni fa da una condivisione di passioni: la passione per la musica jazz e quella per i luoghi dell’arte e della cultura del nostro territorio provinciale.

Spiegano gli organizzatori: “Abbiamo deciso di iniziare una campagna di crowdfunding perché amiamo quello che abbiamo costruito. Questa raccolta  non servirà a coprire l’intera realizzazione del festival – che prevede per quest’anno la partecipazione di 53 artisti e la realizzazione di 17 appuntamenti in 11 diversi comuni della provincia-, ma a chiudere un percorso lungo, a volte faticoso, ma certamente ricco di soddisfazioni e gratificazioni. In un anno di lavoro abbiamo trovato tanti sostenitori e tanti amici che hanno creduto e che credono nel nostro progetto e questo ci ha dato la forza per lanciarci anche in questa nuova sfida assieme ad Eppela. La nostra campagna cerca di comunicare i molteplici significati del nostro progetto, sottolineando  il valore del lavoro di tutti coloro che in esso sono coinvolti ed impegnati. MutaMenti  non è  infatti una semplice rassegna di concerti serali, ma un progetto culturale che caratterizzandosi principalmente come festival jazz itinerante, racchiude una pluralità di obiettivi. Primo fra tutti, portare concerti e spettacoli in castelli, musei, biblioteche, borghi e teatri di 11 comuni della Provincia di Massa-Carrara aprendosi ad una musica che trova nel jazz il significato di incontro di culture e generi diversi. E’ una rassegna che cerca di non trascurare nessun aspetto nella cura dell’arte e dei luoghi della cultura contribuendo  anche alla realizzazione di progetti musicali – come il cd Never Alone dedicato alle musiche di Michael Brecker e realizzato quest’anno dalla Monday Orchestra ,big-band che sarà ospite in questa edizione 2018-  e destinando tutti gli introiti derivanti dalla bigliettazione degli spettacoli ad interventi su diversi beni storico-architettonici  della provincia di Massa-Carrara”.

I dettagli del progetto e la raccolta fondi si trovano sul portale web di Eppela agli indirizzi https://www.eppela.com/it/projects/18209-we-all-love-mutamenti e https://www.eppela.com/mutamenti, sulla pagina Facebook e sul sito.

Altre info possono essere richieste all’indirizzo e-mail info@istitutovalorizzazionecastelli.it.

Aderire alla campagna e sostenere il progetto è molto semplice! Basta registrarsi o entrare in Eppela tramite il proprio account, effettuare un’offerta, scegliere, se si desidera, una delle 8 ricompense previste (maglie con il logo del festival, il cd Never Alone, cartoline ricordo e altro ancora), fare il versamento con carta di credito o bonifico e, infine, sentirsi parte di qualcosa di importante, di un progetto in cui ognuno può trovare un frammento di sé.

Pubblicato: 21 agosto 2018Ultima modifica: 07 febbraio 2019