Il 31 marzo bandiere a mezz’asta e minuto di silenzio per le vittime del Coronavirus

In tutta Italia martedì 31 marzo 2020 la bandiera italiana sarà calata a mezz’asta per esprimere il lutto di un’intera Nazione per le vittime dell’epidemia da Coronavirus. Alle ore 12, in contemporanea i sindaci e i presidenti di Provincia, con le loro fasce, si raccoglieranno in un minuto di silenzio a nome di tutta la cittadinanza, davanti alla bandiera o a un monumento ai caduti.

L’iniziativa promossa dal presidente della Provincia di Bergamo, il territorio più martoriato, è stata rilanciata dall’Unione delle Province d’Italia: il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, dopo aver informato il Prefetto, ha scritto una lettera a tutti i sindaci del territorio invitandoli ad aderire e chiedendo loro di estendere l’invito al minuto di silenzio a tutti i cittadini dalle loro case.

“Vogliamo esprimere in questo modo il lutto di tutta la nostra Provincia, per onorare i defunti a causa dell’epidemia e per essere vicini ai loro cari e familiari, privati anche della possibilità di stargli vicino nell’ora più buia, di salutarli, di dare loro una degna sepoltura”.

Il presidente ha poi concluso la sua lettera ringraziando tutti i sindaci per il grande lavoro che stanno facendo: è una guerra durissima ma ne usciremo per i nostri cittadini , per i nostri cari, per chi è in prima linea nel combattere, ogni giorno, con sacrificio e abnegazione mettendo a rischio la propria vita per le nostre comunità locali

Pubblicato: 30 marzo 2020