Festival Mutamenti: aperta la raccolta fondi per la quarta edizione

“Mutamenti che passione” è il titolo dato alla campagna di raccolta fondi per il festival jazz itinerante lungo il territorio della Provincia di Massa-Carrara ed è organizzata dall’Istituto Valorizzazione Castelli attraverso la piattaforma Produzioni dal Basso: l’iniziativa è partita ufficialmente giovedì 11 giugno 2020 con il concerto live streaming di Max De Aloe, trasmesso via Facbook dal palazzo Ducale di Massa.

La passione è il grande segreto di questo Festival arrivato alla quarta edizione grazie a tutti coloro che hanno creduto e credono che sostenere un festival jazz itinerante nei luoghi della cultura di una piccola provincia a nord della Toscana, non sia semplicemente dare un contributo per la realizzazione di un evento, “ma sia uno dei piccoli motori che ciascuno di noi può accendere per attivare un processo di cambiamento nella nostra società” scrive l’Istituto Valorizzazione Castelli.

“Nonostante le difficoltà organizzative ed economiche del momento, riteniamo comunque che il nostro Festival sia importante e che debba continuare ad esistere. E oggi più che mai i nostri obiettivi di sempre diventano una nuova ragione di forza alla quale si aggiungono altre stridenti motivazioni. Oggi, il nostro pensiero va a tutti i musicisti, gli artisti e i tecnici dello spettacolo che hanno illuminato il nostro percorso in questi anni. Sospendere il Festival significherebbe staccare l’ennesima spina alla luce che ci hanno regalato.
Va ancora una volta ai nostri luoghi. Noi desideriamo che con il festival tornino a parlare al pubblico, a far mostra della loro bellezza, a trovare nella musica una nuova voce per comunicare la loro essenza. Va a tutti gli operatori che ci hanno aiutato mettendosi in rete in questi anni per sostenere il Festival con le loro attività. Va a tutti coloro che hanno seguito e che seguiranno i nostri concerti perché MutaMenti è nato per loro ed è con loro che le cose possono davvero cambiare ed essere sempre migliori.
Questa raccolta fondi non servirà a coprire l’intera realizzazione del festival, ma ad iniziare un percorso lungo, a volte complicato, ma certamente ricco di soddisfazioni e gratificazioni. In anni di lavoro abbiamo trovato tanti sostenitori e tanti amici che hanno condiviso e condividono la nostra idea e nel corso di questa campagna abbiamo intenzione di presentarveli tutti”.

Per saperne di più possibile scrivere a info@istitutovalorizzazionecastelli.it

Per aderire alla raccolta fondi:
https://www.produzionidalbasso.com/project/mutamenti-che-passione-festival-jazz-edizione-2020/ oppure su http://sostieni.link/25577

Pubblicato: 12 giugno 2020