Festival del libro a Montereggio

 !ATTENZIONE: EVENTO ANNULLATO!

L’Amministrazione Comunale di Mulazzo ha deciso di annullare la XVII edizione della Festa del Libro, in programma a Montereggio dal 22 al 30 Agosto 2020.
Tale scelta è motivata dall’aumento nel numero di contagi da COVID-19 registrati negli ultimi giorni nei territori limitrofi alla Lunigiana. Si tratta di una decisione difficile, ma meditata, imposta dalla preminente esigenza di tutelare nel miglior modo possibile la salute di tutti.
Certi della vostra comprensione, continueremo a mantenere viva la tradizione dei librai di Montereggio fino al ritorno di tempi migliori”.

 

Nel Piano Nobile di Palazzo Ducale, il Presidente della Provincia di Massa Carrara, Gianni Lorenzetti, e il Vicepresidente della Provincia e Sindaco del Comune di Mulazzo, Claudio Novoa, hanno presentato la 17° edizione del Festival del Libro di Montereggio, una kermesse che ogni anno ospita numerosi scrittori italiani.

Nel corso della presentazione il Sindaco Novoa ne ha sottolineato il carattere e lo spirito:

“La XVII edizione di Montereggio Libri è un omaggio alla Lunigiana, alla sua creatività e ai suoi luoghi. Quest’anno sul palco del Festival del Libro sono presenti gli autori della nostra terra, per dare voce a questi luoghi magici, per mantenerne viva la memoria e la cultura. Inoltre, il 2021 sarà l’anno delle celebrazioni dantesche: Dante soggiornò a lungo nelle nostre terre, nella Divina Commedia ne parla più volte.  Quindi una terra di poeti e scrittori, e Montereggio Libri ne è testimonianza”.

 

Numerosi gli appuntamenti ed eventi che ogni giorno animeranno Montereggio nel corso della settimana: gli autori della Lunigiana presenteranno i loro libri in una cornice ricca di cultura, un minuscolo borgo con una storia unica e affascinante. Qui infatti sono nate, nell’800, i primi ambulanti di libri e, proprio per questo, Montereggio è l’unico Paese italiano inserito nel network delle “Book Town” mondiali.

 

“È un fatto positivo che, nonostante quanto accaduto nel nostro paese, si riesca a realizzare il Festival del libro di Montereggio, che si appresta con questa edizione a varcare la soglia della maggiore età – dichiara il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti. Mettendo insieme il libro, che per molti, o per una scelta antica o per una riscoperta felice, è stato un utile compagno di evasione nella fase più acuta della pandemia,  e l’affascinante storia dei librai che da qui sono partiti per cercare fortuna, Montereggio Libri si è saputo ritagliare una ribalta del tutto originale nel panorama di manifestazioni di questo ambito, valorizzando un piccolo borgo e un ambiente come la Lunigiana che proprio in questa edizione troverà un omaggio a se stessa con la presenza significativa dei propri autori”

 

Il Festival del Libro di Montereggio, si svolgerà dal 22 al 30 agosto 2020 tra Piazza Rizzoli, Piazza Arnaldo Mondadori e la chiesa sconsacrata di Sant’Apollinare dove saranno presenti numerose bancarelle con ogni tipologia e genere di libro: dai più rari e antichi fino ai più curiosi e contemporanei.

Gli autori incontreranno il pubblico nella piazza centrale del Borgo per rispettare le norme di sicurezza e il distanziamento sociale.

Montereggio è l’unico Paese dei libri in Italia, un minuscolo borgo, aggrappato ai monti della Lunigiana, con una storia unica e affascinante: da qui nell’800 i librai ambulanti partirono con in spalla una cesta piena di libri per raggiungere le città del Centro e Nord Italia.

Il curioso racconto dei librai ambulanti di Montereggio ha avuto inizio con i libretti sull’Unità d’Italia che le Associazioni Carbonare regalavano ai viandanti: questi volumi venivano poi diffusi dai librai di Montereggio.

È così che il commercio dei libri prende piede: gli ambulanti abbandonano le ceste e iniziano a spostarsi con carretti pieni di libri nelle vie e nelle piazze delle città italiane. I carretti si trasformano, quindi, in bancarelle.

Una storia unica, fatta di fatica e passione per la cultura editoriale, che vive e rivive ancora oggi,  grazie al Premio Bancarella (nato qui nel 1952), e alla Festa del Libro di Montereggio, a cui partecipano ogni anno alcuni tra i più importanti autori italiani.

 

Pubblicato: 31 luglio 2020Ultima modifica: 14 agosto 2020