“A spasso per il bosco”… ma nel modo giusto!

Imparare con un fumetto: è questo lo scopo di “A spasso per il bosco”, una storia che insegna con un linguaggio semplice e ragionando al contrario come ci si deve comportare per salvaguardare la natura, le buone pratiche da praticare sempre, come le chiama il sottotitolo.

L’idea è venuta a Valentina Veschi, che ha curato testi, sceneggiatura e disegni, in collaborazione con Lavinia Stanila, due guardie ambientali volontarie: la realizzazione è stata poi curata  con la Polizia Provinciale e data alle stampe presso la stamperia dell’amministrazione, riducendo i costi all’essenziale.

Protagonista del fumetto un animale, una volpe, che mette in rilievo i  comportamenti sbagliati dei frequentatori del bosco: “questa è la nostra casa, rispettatela come rispettate la vostra”, e l’invito-morale finale.

Un progetto di educazione ambientale che vorrebbe trasformare i più piccoli in sentinelle dell’ambiente…per tenere a bada i più grandi quando li portano a spasso per i boschi.

Il fumetto sarà distribuito nelle scuole: ma saranno azioni mirate, non a pioggia  e casuali. Polizia Provinciale e Guardie sono disponibili ad andare nelle classi coinvolgendo i bambini delle elementari in giochi e in attività che aiuteranno a capire meglio l’importanza del loro comportamento per il rispetto della natura.

 “Realizzare ‘A spasso per il bosco’ – ha commentato il presidente della Provincia di Massa- Carrara, Osvaldo Angelirammenta a tutti noi quanto sia importante investire nel nostro futuro”.

Il rischio di incendi boschivi, la raccolta differenziata e il rispetto per gli animali selvatici sono i principali argomenti affrontati dall’opuscolo. Delle problematiche complesse sono presentate ai ragazzi in modo facile e divertente.

“Questo agile opuscolo – ha concluso il Presidente – è, quindi, in primo luogo uno strumento della nostra incessante azione di preservazione naturale e, quale strumento, ci auguriamo possa essere utilizzato con sapienza”.

Pubblicato: 17 dicembre 2010