[versione grafica] [filo diretto]
Portale della Provincia di Massa-Carrara

Indice: [Home] [Amministrazione Provinciale] [temi] [interessi] [atti e documenti] 

Indice interno: [ Ambiente e territorio] [ Spazio rurale] [ Cultura ed eventi] [ Istruzione - Formazione - lavoro] [ Turismo e sport] [ Sviluppo economico] [ Sociale] [ Trasporti e ViabilitÓ]

Ti trovi in temi > Ambiente e territorio > Protezione Civile > News

indice di questa sezione:
News
Verifica impianti termici
Pianificazione Territoriale
Protezione Civile
News
Normativa
Contatti
Rischi
Piano Provinciale di Protezione Civile
Coordinamento volontariato
Corpo di Polizia provinciale
Procedimenti
Bandi

informazioni utili:

Centralino: 0585/816111




ti trovi in: temi > Ambiente e territorio > Protezione Civile > News


immagine
Evento meteo codice rosso 10-12 dicembre 2017: i dati dalla SOPI (sala operativa provinciale integrata)
Una cinquantina le segnalazioni, interessate 22 strade provinciali

 

È rimasto aperto per 42 ore ininterrottamente il presidio attivato nella Sopi di Massa-Carrara, la sala operativa provinciale integrata di via Marina vecchia, a Massa, a partire dall’inizio dell’allerta arancione, poi rosso, domenica 10 fino al mattino del 12 dicembre: sono state una cinquantina le segnalazioni ricevute dagli operatori della sala (gestita a rotazione e in compresenza da dipendenti della provincia e della prefettura di Massa-Carrara, in collaborazione con personale del volontariato, Vigili del fuoco e Carabinieri).

Gli interventi richiesti hanno riguardato per la maggior parte le strade provinciali, 22 quelle interessate, più la strada regionale 445: alberi caduti, smottamenti, frane, persino un tetto volato su una strada. Operazioni che hanno messo a dura prova il lavoro degli operai della Provincia e che hanno richiesto, per alcuni casi più complessi, come il tetto, l’ausilio dei Vigili del fuoco. Gli interventi degli operai sono continuati anche nell’intera giornata di martedì 12 e mercoledì 13.

In raccordo con la Sala operativa regionale è stato continuamente monitorato il livello di fiumi e torrenti, con le preoccupazioni maggiori per il Magra e l’Aulella, in Lunigiana, per molte ore ben oltre la seconda soglia di attenzione, e il Carrione e il Frigido sulla costa, con maggiore apprensione per il secondo. Presenti in sala nel momento di maggior allerta fino all’inizio del deflusso della piena sul Magra , anche il presidente della provincia Gianni Lorenzetti ed il prefetto di Massa-Carrara, Enrico Ricci.

“Un ringraziamento più che dovuto va a tutti, dipendenti degli enti locali, volontari, forze dell’ordine, Vigili del Fuoco, Coc dei Comuni, il Centro dell’Unione dei Comuni della Lunigiana, consorzio bonifiche, davvero tutti coloro che hanno operato in questa emergenza – ha dichiarato il presidente della provincia Gianni Lorenzetti. Come presidente della Provincia devo ringraziare i nostri operai che si sono sobbarcati turni di reperibilità duri. Scontiamo anche in questo caso le ormai note difficoltà che da tempo denunciamo sul versante delle risorse economiche.

Dopo la dichiarazione di emergenza regionale adottata con il decreto del presidente della Regione Toscana, i nostri uffici stanno lavorando in collaborazione con i comuni per presentare al più presto la lunga lista dei danni subiti dal territorio e che necessitano di interventi di somma urgenza”.

 
Ulteriori informazioni:
Data giovedý 14 dicembre 2017
Fonte uffstampa@provincia.ms.it ">Ufficio Stampa Provincia di Massa-Carrara
uffstampa@provincia.ms.it

data di creazione: 14/12/2017
data di modifica: 15/12/2017
Segnala ad un amico
Versione Stampabile