torna alla versione originale del documento

Provincia di Massa-Carrara  26/06/2017

Provincia. Questa non č pių una Amministrazione per giovani

Ha suscitato sorpresa nei giorni scorsi il dato sull’età dei dipendenti pubblici diffuso dal ministro per la funzione pubblica Marianna Madia: solo il 3% ha meno di 30 anni, ma nella Amministrazione provinciale di Massa-Carrara quella percentuale è pari a zero. Nessun dipendente ha meno di 30 anni e solo 7, ne hanno meno di 40 (e con i compleanni alle porte tra pochi mesi saranno solo 5).

Questa non è decisamente più una amministrazione per giovani se è vero che 111 dipendenti, pari al 67,2% hanno più di 50 anni, una percentuale che sale sensibilmente se consideriamo gli operai che lavorano sulle strade e nei fabbricati: qui gli ultra cinquantenni sono al 76%, con tutto quello che significa.

Era normale  che accadesse per una amministrazione che, non per sua volontà ma per effetti legislativi, mal comune con le altre province, non ha fatto più concorsi per assunzioni a tempo indeterminato da ben 7 anni. Il turn over, anche quello parziale, se ne è andato a farsi benedire da tempo e Palazzo Ducale non è più una prospettiva lavorativa per nessun giovane del nostro territorio provinciale.

“Eppure ce ne sarebbe bisogno – ha detto commentando i dati il presidente della Provincia, Gianni Lorenzetti – con i 700 km di strade e i 26 edifici scolastici da curare, fermandoci solo a questi. Le Province sono state confermate in Costituzione con pari dignità rispetto agli altri enti. Stiamo facendo una battaglia per consentire loro di sopravvivere finanziariamente. Ma occorre pensare a dare loro una prospettiva anche dal punto di vista delle risorse umane che significa anche tornare ad offrire ulteriori orizzonti lavorativi per le nuove generazioni.

Spesso ed è una moda consolidata accade di vedere che il diopendente pubblico finisce nel mirino di molti, in questo caso occorre pensare invece all'utilità del lavoro di chi affronta il prpoprio compito con un aggravio perché sottodimensionati, come occorre valutare che non essendoci più ricambio generazionale si perde il patrimonio di esperienza che si acquisice di norma entrando in un posto di lavoro accanto ad una persona più avanti negli anni. Pensando quindi alla parte per così dire “operativa” oggi quasi la metà ha più di 55 anni, mentre fermandoci ai soli cantonieri (36 per 700 km di strade, ovvero 1 cantoniere ogni 20 km, mentre solo dieci anni fa erano il doppio con un rapporto di 1 ogni 10 Km)) l’età media sale a 53,5 e il 55% ha più di 55 anni: questo fatto richiede una attenzione speciale perché si tratta del personale più esposto nei momenti di necessità ed emergenza. A meno che il disegno di cancellare le Province non prevedesse tre punti di attacco: quello costituzionale, fallito, quello finanziario, per togliere loro ossigeno, ma su questa linea del Piave stiamo combattendo ancora, e quello dell’estinzione dei dipendenti, lasciando fare all’ineluttabilità dell’età il lavoro più duro”.

Attualmente in totale i dipendenti di Palazzo Rosso, dopo la diaspora verso la regione, altri enti e verso la pensione, sono 165, compresi i 24 in servizio alle politiche del lavoro, in avvalimento alla Regione Toscana: 158 a tempo indeterminato e 7 a tempo determinato.

Il dipendente a tempo indeterminato più giovane ha 35 anni. Stando all’attuale normativa sul pensionamento la data della “estinzione” dell’ultimo dipendente pubblico a Palazzo Ducale è scritta: 2048. Sarà comunque un eroe perché per diverso tempo da solo dovrà pensare a tutto!



Ulteriori informazioni:
Data mercoledė 29 marzo 2017
Fonte Ufficio Stampa Provincia di Massa-Carrara
uffstampa@provincia.ms.it




data di modifica: 29/03/2017