Versione Accessibile

il portale di servizi e informazioni della Provincia di Massa-Carrara

Versione Accessibile
indice di questa sezione:
Comunicati stampa


Dati Utili
Segreteria del Presidente
Tel. 0585/816516-514
Fax 0585/816505
E-Mail: l.gargioli@provincia.ms.it
  ti trovi in: Amministrazione Provinciale > Il Presidente > Comunicati stampa

Provincia: approvato il bilancio di previsione 2015
Nonostante le difficoltà investimenti per 1 milione 600 mila euro
Oltre mezzo milione per la manutenzione delle strade.
Ripianato squilibrio di 3 milioni grazie all’avanzo

Forse sarebbe stato più facile far diventare quadrato un cerchio, piuttosto che chiudere il bilancio di previsione 2015 della Provincia di Massa-Carrara e approvarlo con la nuova procedura prevista dalla legge Delrio (una prima lettura del consiglio provinciale che ne adotta gli schemi, il parere  non vincolante dell’assemblea dei sindaci e l’approvazione definitiva in seconda lettura da parte del consiglio).

Può apparire quasi più un consuntivo, arrivati a questo punto dell’anno, ma il ritardo non è certo imputabile alle amministrazioni provinciali italiane che hanno dovuto fare i conti, grazie alla legge di stabilità 2015, e a precedenti disposizioni normative, a prelievi forzosi  plurimi dalle proprie casse a favore dello stato (solo la nostra Provincia deve versare quest’anno oltre 5 milioni 370 mila euro, soldi sottratti alla nostra collettività).

Il bilancio di tutte le province è stato possibile grazie all’artificio contenuto nel decreto enti locali approvato questa estate sull’onda delle richieste delle province che ha costretto il Governo a un ripensamento: è stata riconosciuta la possibilità in via del tutto eccezionale di predisporre solo il bilancio annuale e non anche quello pluriennale, di rinegoziare i mutui e di applicare l’avanzo di amministrazione.

Se così non fosse stato anche il bilancio della Provincia di Massa-Carrara sarebbe stato chiuso con uno squilibrio di  3 milioni 207 mila euro, rendendo obbligatoria la manovra di dichiarazione di predissesto.

Le entrate libere infatti ammontano a 19 milioni 734 mila euro, mentre le spese (tra fisse, fondo di riserva e fondo crediti) ammontano a 22 milioni 942 mila. Il pareggio è stato possibile grazie all’applicazione dell’avanzo libero per 2 milioni 47 mila euro e dell’avanzo destinato per 1 milione 160 mila euro.

Sul futuro, però, il presidente Narciso Buffoni, è stato chiaro sia di fronte al consiglio che di fronte ai sindaci: se il Governo con la prossima legge di stabilità non mette mano ad un ampio ripensamento rispetto ai prelievi forzosi, il prossimo anno non ci sarà storia. Lo squilibrio previsionale infatti è fissato a 7 milioni 308 mila euro per il 2016 e 7 milioni 981 mila per il 2017, con l’impossibilità oggettiva di immaginare un bilancio.

Ma passiamo all’analisi delle cifre: la voce più alta rimane sempre quella dell’uscita per il costo del personale (10 milioni 554 mila euro) con un risparmio di oltre 400 mila euro rispetto al 2014: qui non si sentono ancora gli effetti della legge Delrio che prevede il passaggio di parte del personale ad altri enti, non ancora realizzatosi, per cui tutto il personale è rimasto anche per quest’anno iscritto nel libro paga di Palazzo Ducale.

La rinegoziazione dei mutui ha prodotto come effetto sul 2015 un risparmio di 1 milione 807 mila euro sulla quota per interessi e di 1 milione 886 mila euro sulla quota capitale, ma dal 2016 la cifra da pagare si aggirerà sui 5 milioni.

L’oculatezza delle gestioni precedenti e di quella povvisioria del 2015 rendono possibili alcune operazione sul fronte delle uscite.

Alla manutenzione delle strade sono destinati 545 mila euro (350 mila euro da bilancio e 190 mila dall’indennizoo per il traffico pesante), mentre a quella dei fabbricati vanno 237 mila euro: sempre sui fabbricati, questa volta per spese di investimento, la cifra a bilancio è pari a 200 mila euro.

Alle scuole anche quest’anno viene garantito il trasferimento di 300 mila euro per compartecipazione alle spese di funzionamento, mentre viene confermata, come negli anni precedenti, la somma di 50 mila euro per il supporto agli alunni portatori di handicap.

Il programma dei lavori pubblici mette a disposizione la somma di 1 milione 652 mila euro così suddivisi:

- Istituto Galilei di Avenza: 400 mila euro per la manutenzione straordinaria dovuta all’accorpamento del Liceo scientifico (lavori già appaltati)

- Centro Congressi Marina di Massa: 300 mila euro per manutenzione straordinaria (lavori già appaltati, prevista riapertura dalla primavera);

- Istituto Galilei di Avenza: 345 mila euro per manutenzione straordinaria, opere di adeguamento strutturale e antincendio (lavori già appaltati)

- Strada Regionale 445 della Garfagnana: 214 mila euro per manutenzione straordinaria (gara in preparazione)

- Strada provinciale 31 Val di Magra: 262 mila euro località Pietrabianca, ripristino frana (gara in preparazione);

- Istituto alberghiero Marina di Massa, 130 mila euro per lavori di ripristino copertura e miglioramento sismico strutture copertura (lavori già appaltati che hanno consentito il rientro nella sede di Marina di Massa di 12 delle classi attualmente ospitato all’Istituto Toniolo di Massa)

Sempre sull’Alberghiero occorre ricordare che, con le risorse del bilancio ordinario, la Provincia si è fatta carico delle spese relative al convitto per i primi 4 mesi , con circa 38 mila euro. L’accordo prevede che alla spesa complessiva  apportino risorse anche la regione Toscana, il Comune di Massa e l’Istituto stesso.

Per l’alberghiero, infine, è in corso di definizione la devoluzione di un mutuo di 570 mila euro, previsto per la realizzazione della palestra: l’importo potrà servire  ad un ripristino totale  della funzionalità e operatività dell’istituto.

Piano triennale delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari.

È un piano da quasi 20 milioni di eruo quello allegato al bilancio di previsione 2015 e relativo alla vendita e alla valorizzazione del patrimonio immobiliare della Provincia.

Nell’elenco sono state inseriti

- la ex sede distaccata della Provincia di via Cavorur a Massa (2 lotti: 1 milione e 250 mila euro + 250 mila)

- 2 appartamenti (1 a Massa per 250 mila e 1 ad Avenza per 150 mila euro)

- la sede dell’ex provveditorato di Massa (1 milione 300 mila euro)

- Villa Cuturi a Marina di Massa (6 milioni di euro)

- 2 ex caserme dei carabinieri (Carrara, 500 mila,  e Pontremoli, 500 mila)

- 3 ex case cantoniere (Tavernelle, 70 mila, Filetto, 70 mila e Rometta, 50mila)

- la ex caserma forestale di Comano (200 mila)

- l’ex Marello di Pontremoli (250 mila)

- 2 terreni lungo la provinciale 28 a Bagnone (8.800 euro).

 
Ulteriori informazioni:
Data giovedì 1 ottobre 2015
Fonte Ufficio Stampa Provincia di Massa-Carrara
uffstampa@provincia.ms.it

data di creazione: 01/10/2015
data di modifica: 01/10/2015
segnala a un amico
versione stampabile
web design Aicod
il Portale di Massa
portale massa carrara: un sito dell'Amministrazione Provinciale di Massa-Carrara
  Home / Amministrazione Provinciale / temi / interessi / atti e documenti / 
© Provincia di Massa Carrara - tutti i diritti riservati
disclaimer \ credits
^ Torna a inizio pagina ^