Versione Accessibile
Versione Accessibile
indice di questa sezione:
Comunicati stampa


Dati Utili
Segreteria del Presidente
Tel. 0585/816516-514
Fax 0585/816505
E-Mail: a.biselli@provincia.ms.it

Segretario Generale
Dott. ssa Annunziata Fusco
Tel. 0585/816222
E-Mail: a.fusco@provincia.ms.it

Capo di Gabinetto
Norberto Petriccioli
Tel. 0585/816524
E-Mail: n.petriccioli@provincia.ms.it
  ti trovi in: Amministrazione Provinciale > Il Presidente > Comunicati stampa

Discarica del Tuffolo
Prima di parlare bisogna sapere di che cosa si parla……
 
“Leggo sulla stampa alcuni resoconti relativi ad un incontro promosso dal Comitato “Liberi Cittadini per la Tutela dell’ambiente di Podenzana”, resoconti che hanno dell’inverosimile rispetto ad una serie di supposizioni, illazioni, presunte ricerche e quanto di altro si possa pensare per seminare panico e preoccupazione nella gente.- così esordisce il Presidente della Provincia, Osvaldo Angeli in merito alle notizie sul tema riportata dalla stampa locale – Ebbene, su questi temi sarebbe, invece, opportuno che il confronto fosse, il più possibile civile e serio, proprio perché stiamo parlando di rifiuti e del futuro di noi tutti.”
 
“E per realizzare questo confronto chiedo a tutti noi, che cosa vuole dire “bocciare” un piano dei rifiuti, se non si propone nulla di alternativo ? – prosegue l’assessore all’Ambiente della Provincia Narciso Buffoni - nella sostanza il Piano Provinciale è incentrato sulla raccolta differenziata dei rifiuti urbani, con l’ambizioso obbiettivo di arrivare al 51% di rifiuti differenziati (carta, metallo, vetro, plastica etc…), sul totale dei rifiuti prodotti nella nostra Provincia, entro il 2008;  ciò che rimarrà non differenziato (cioè non inviato al riutilizzo a monte del processo) verrà ulteriormente selezionato dall’impianto CERMEC di Massa da cui si genereranno tre” frazioni”, una prima umida che verrà trasformata in “compost” (cioè in concime), una secca che verrà utilizzata per la produzione del CDR (un combustibile da rifiuti che verrà inviato fuori Provincia) ed infine un'altra secca, fatta di “sovalli” inerti ma non adatta per produrre CDR, che verrà inviata in discarica; discarica che, per legge regionale e – devo dire – anche per semplice ragionamento di equità tra le diverse aree della Toscana (ogni territorio deve pensare ai propri rifiuti e non può “scaricarli” su altri), deve essere collocata nella nostra Provincia ed il nostro Piano prevede, infatti, un impianto di compostaggio, selezione e produzione CDR al Cermec di Massa ed una discarica in Lunigiana nell’area del Tuffolo. Se non si è d’accordo con tale piano si deve dire, chiaramente, o che si vogliono portare i nostri rifiuti in altre aree della Toscana e dell’Italia (modello Campania….) con costi altissimi per la popolazione derivanti dalle penali regionali o che si vuole un inceneritore, impianto questo che la nostra Provincia ha escluso da tempo….il comitato vuole riproporre l’inceneritore ?..Che lo dica e soprattutto che dica dove lo vuole fare, sulla costa, in Lunigiana, dove ???”
 
“Venendo alla scelta del sito del Tuffolo – prosegue l’assessore all’Ambiente della Provincia Narciso Buffoni – la scelta è stata sulle base di precise indicazioni sui fattori escludenti stabiliti da parte della Regione Toscana, nella scelta non c’entra nulla la Cjmeco o Pitelli od i rifiuti pericolosi o tanto peggio radioattivi..chi afferma cose del genere fa solo dello stupido allarmismo e dimostra una completa e totale disonestà intellettuale od, alternativamente, una superficialissima conoscenza del tema dei rifiuti; se poi, invece, si vuole dire che il sito non è idoneo dal punto di vista geologico, che dire, ci saranno delle analisi accurate, in sede di progetto esecutivo, se non risulterà idoneo – cosa che dubito - sarà compito dell’ATO Rifiuti, appena costituito, proporre un altro sito adatto ad una discarica provinciale, andando così a modificare l’attuale Piano; tale nuovo sito sarà, comunque, da collocarsi nella Provincia di Massa Carrara e non in qualche sperduto territorio africano od asiatico, a meno che non si pensi che i nostri rifiuti se li debbano prendere gli altri……”
 
“Infine – conclude il Presidente Angeli – la discarica sarà e resterà di proprietà e di gestione pubblica od a maggioranza pubblica, con tutti i controlli possibili ed immaginabili, anche oltre quelli usuali, pensiamo, infatti oltre ai controlli del Comune, della Provincia, dell’ASL, dell’ARPAT e degli altri soggetti istituzionali e preposti, ad un comitato di cittadini, associazioni locali ed ambientaliste, con il compito di monitorare sia la costruzione che la gestione della discarica e, proprio per spiegare tutto questo, il prossimo venerdì 05 Novembre saremo a Podenzana, in comune e con il Sindaco Varese, per spiegare e  per parlare con tutti, cittadini, comitati ed associazioni e per ristabilire, sui temi in discussione, una base certa e condivisa da cui partire”.

data di creazione: 16/02/2005
data di modifica: 08/11/2014
segnala a un amico
versione stampabile
web design Aicod
il Portale di Massa
portale massa carrara: un sito dell'Amministrazione Provinciale di Massa-Carrara
  Home / Nuovo / Amministrazione Provinciale / temi / interessi / atti e documenti / 
© Provincia di Massa Carrara - tutti i diritti riservati
disclaimer \ credits
^ Torna a inizio pagina ^