Versione Accessibile

il portale di servizi e informazioni della Provincia di Massa-Carrara

temi

Versione Accessibile
indice di questa sezione:
News
Comunicati stampa
Dalla Provincia
Dalla Regione
Dai comuni
A chi rivolgersi
Ordinanze
Viabilità
Mappa della viabilità
Trasporti
Mappa delle strade provinciali
Procedimenti
Bandi

interessi in Trasporti e Viabilità
sono un cittadino vai »
sono un'azienda vai »

servizi on line
bandi vai »
delibere vai »
modulistica vai »

informazioni utili:

Centralino: 0585/816111

Dati Utili
Dirigente:
Ing. Stefano Michela
Tel. 0585/816409

Referenti
Vedi i singoli servizi

In redazione
Viabilità e lavori pubblici:
Renato Viscuso
Tel. 0585/816400
TPL:
Beatrice Gavarini
Te. 0585/816216
  ti trovi in: temi > Trasporti e Viabilità > News > Comunicati stampa

Trasporto pubblico locale
Approvati a larga maggioranza dal Consiglio Provinciale gli indirizzi e i criteri per la gara
 
Via libera all’espletamento della gara per l’affidamento del trasporto pubblico locale: a deciderlo è stato il consiglio provinciale di Massa-Carrara che ha approvato a larga maggioranza i vincoli e gli indirizzi di progettazione e i criteri di aggiudicazione.
 
Dopo il sì definitivo, votato dai gruppi della maggioranza e da larga parte dell’opposizione dell’assemblea di Palazzo Ducale (con il solo voto contrario di Rifondazione Comunista), possono partire adesso le lettere indirizzate alle cinque società che hanno fatto richiesta di partecipare alla gara che avranno poi tempo 40 giorni dall’invio per presentare le loro offerte.
Sono 4 milioni 700 mila i chilometri a base d’asta annuali da coprire per un periodo di cinque anni con un importo pari a 40 milioni e 600 mila euro.
 
«Quello che ci ha portato alla gara – ha dichiarato l’assessore provinciale ai trasporti, Domenico Ceccotti - è stato un percorso molto lungo e difficile, per la delicatezza del servizio e perché si è trattato della prima gara di TPL. Come amministrazione abbiamo predisposto un capitolato di appalto che definisce vincoli e indirizzi di pianificazione e riorganizzazione delle reti di trasporto per migliorare il servizio offerto.
 
«In questi due anni – ha proseguito Ceccotti - si sono affrontati numerosi  problemi,  sono state date risposte certe alle legittime preoccupazioni dei lavoratori, sia come residenze lavorative, sia come diritti acquisiti, come il TFR, l’anzianità, i contratti: siamo arrivati ad un documento condiviso da tutti, sindacati, enti locali e regione.
 
«È importante sottolineare – ha concluso Ceccottiche la gara non è fine a sé stessa ma diventa uno strumento di attuazione di una politica di sviluppo, consolidamento ed ottimizzazione, anche economica, del settore: lo scopo non è quello del risparmio bensì quello dell’incremento dei servizi, per cui diventa predominante la capacità progettuale delle aziende di TPL».
 
Ma veniamo ai punti salienti degli indirizzi votati dal consiglio. Il contratto di servizio diventa bilaterale, non più tra aziende e comuni, ma tra azienda unica ed ente capofila, la Provincia. E’ poi prevista una gestione puntuale del contratto di servizio con standard di qualità e penali nel caso di mancato rispetto delle clausole del contratto. Dovrà essere costruito ed offerto un servizio migliore, con tipologie alternative, come i servizi a chiamata.
 
Rispetto a tutto questo una garanzia «scaturisce – come ha puntualizzato in consiglio l’assessore Ceccottianche dalla realizzazione dell’Osservatorio provinciale sul trasporto pubblico locale, approvato dalla Regione Toscana per dare risposte immediate all’utenza rispetto ad orari, percorsi, puntualità, comfort dei mezzi ed altro ancora».
 
Un altro punto rilevante è, infine,  quello che riguarda la struttura tariffaria integrata del sistema Pegaso che viene esteso non solo alle line urbane, con gli abbonamenti, ma anche alle linee extraurbane e comprenderà qualsiasi “titolo di viaggio”, come lo chiamano gli addetti ai lavori, ovvero il semplice biglietto.
 
Un esempio per tutti. Un utente di Massa o di Carrara che deciderà di andare a Pisa e utilizza due mezzi, autobus e treno, con un unico biglietto potrà raggiungere la stazione interessata, arrivare a  Pisa e spostarsi all’interno di quella provincia: sempre e solo con un biglietto che potrà acquistare presso uno dei gestori di appartenenza delle aziende di TPL o presso le stazioni.
 
Ulteriori informazioni:
Data giovedì 18 novembre 2004
Fonte Massa, 11 novembre 2004
Ufficio Stampa Provincia di Massa
ufficio.stampa@provincia.ms.it

data di creazione: 16/02/2005
data di modifica: 05/06/2012
segnala a un amico
versione stampabile
web design Aicod
il Portale di Massa
portale massa carrara: un sito dell'Amministrazione Provinciale di Massa-Carrara
  Home / Amministrazione Provinciale / temi / interessi / atti e documenti / 
© Provincia di Massa Carrara - tutti i diritti riservati
disclaimer \ credits
^ Torna a inizio pagina ^