Versione Accessibile

il portale di servizi e informazioni della Provincia di Massa-Carrara

temi

Versione Accessibile
indice di questa sezione:
News
Verifica impianti termici
Pianificazione Territoriale
Protezione Civile
Corpo di Polizia provinciale
Procedimenti
Bandi

interessi in Ambiente e territorio
sono un cittadino vai »
sono un'azienda vai »


informazioni utili:

Centralino: 0585/816111
  ti trovi in: temi > Ambiente e territorio > Progetto Terex

TEREX 2010: esercitazione internazionale di Protezione Civile
Dal 25 novembre simulata una scossa di terremoto, con epicentro tra Garfagnana e Lunigiana, che coinvolgerà quattro Province toscane, Massa- Carrara, Lucca, Pisa e Pistoia

Segui gli aggiornamenti su Terex

Erano le 5 e 55 del 7 settembre 1920 quando una scossa sismica di magnitudo 6,4 Richter della durata di 20 secondi con epicentro Piazza al Serchio sconvolse la Garfagnana e la Lunigiana causando 171 vittime. Un evento giudicato al quarto grado della scala di emergenza sismica (il massimo è il quinto)

Quale sarebbero le conseguenze e soprattutto come reagirebbe il sistema della protezione civile locale, nazionale ed europeo se si immaginasse di attualizzare quella stessa scossa nello scenario odierno, insomma una “scossa virtuale” in una notte di novembre di quest’anno?

La risposta a queste e ad altre domande è affidata ad una esercitazione internazionale, Terex 2010 (Tuscany Earthquake Relief  Exercise), che ha come scenario Lunigiana e Garfagnana dal 25 al 28 novembre e che vede coinvolte quattro province, Massa-Carrara, Lucca, Pisa e Pistoia.  È un’esercitazione come non è mai stata fatta, di dimensioni europee che coinvolge diversi paesi dell’UE per la quale l ‘Unione ha messo in campo una cifra pari a circa 1 milione e 200 mila euro e coinvolge i sistemi di protezione civile di Italia, Francia, Croazia e Slovenia e Federazione Russa: un’iniziativa per testare il livello di reazione ad un evento della stessa portata di quello del 1920, provando ad immaginare quali conseguenze avrebbe oggi.

Due gli obiettivi dell’esercitazione: affinare le procedure operative per la gestione dell’emergenza attraverso la disamina delle criticità che le emergenze reali degli ultimi periodi hanno messo in evidenza, consentendo di individuare la rete dei referenti presso i vari centri di coordinamento, l’individuazione e l’allestimento di aree di ricovero per la popolazione ed “allenare” i vari attori delle istituzioni a lavorare in team.

A breve termine l’obiettivo è sensibilizzare la cittadinanza e la popolazione scolastica in particolare per raggiungere una collaborazione ed una integrazione più forte nel sistema provinciale di protezione civile di scuole, ordini professionali e associazioni di categoria.

All’ora x  del 25 novembre si parte da una situazione di normalità e per la prima giornata vengono allertati  si testano le risposte dei sistemi di protezione civile locale, regionale, nazionale ed internazionale.

Saranno poi testate le procedure di soccorso e di emergenza negli scenari addestrativi organizzati: tra gli altri l’evacuazione di una porzione dell’ospedale di Fivizzano, il recupero in notturna di passeggeri di un treno bloccato all’interno della galleria Ugliancaldo e le operazioni di recupero nella simulazione di un crollo di una scuola a Massa.

Nella nostra provincia sono state attrezzate due grandi aree di lavoro: una ad Irola, nel Comune di Villafranca in Lunigiana, dove opereranno anche le delegazioni internazionali ed uno a Carrara alle Cave Gioia, dove opererà prevalentemente il Soccorso Alpino. A Marina di Carrara inoltre sarà anche attivato un centro di ammassamento per la popolazione presso l’Internazionale Marmo Macchine.

Ad Irola ci saranno gli scenari più operativi: l’utilizzo di figuranti, soccorritori, cavie, la simulazione di frane,l’utilizzo di una teleferica e la simulazione di un incidente industriale

Il modello organizzativo di terex. La fase provinciale

La fase preparatoria di TEREX ha coinvolto i Settori Difesa del Suolo, Politiche del Mare e Protezione Civile della Provincia di Massa – Carrara per la redazione del documento di impianto dell’esercitazione in un complesso lavoro svolto con il coordinamento del  Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, d’intesa con la Regione Toscana e di tutte le strutture operative del sistema nazionale della protezione civile. Particolarmente intenso è il lavoro svolto con la Prefettura di Massa - Carrara.

Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco garantirà il coordinamento degli interventi tecnici urgenti, operando la Direzione Tecnica dei soccorsi negli scenari addestrativi, confrontando anche le proprie tecniche con quelle dei soccorritori di Francia, Austria e Croazia per una migliore integrazione tra i paesi che fanno parte del sistema di mutuo soccorso dell’Unione Europea.

Le altre componenti operative di protezione civile,SAST,Organizzazioni di Volontariato Sanitarie-Sociali, CRI, testeranno le proprie procedure di soccorso e di emergenza negli scenari addestrativi organizzati a Massa-Carrara.

Nel modello elaborato verrà attivato al momento dell’emergenza il Centro di Coordinamento dei Soccorsi con l’unità di crisi presso la Prefettura e parallelamente la Sala Operativa Provinciale Integrata, dove saranno convogliate le attività del centro situazioni,della Sala Radio,dove faranno capo tutte le funzioni operative delle diverse componenti delle strutture operative, incluse le aziende erogatrici di servizi essenziali.

Da questo nucleo sarà coordinato il lavoro dei Centri Operativi Comunali e dei Centri Operativi Misti.


data di creazione: 08/11/2010
data di modifica: 25/11/2010
segnala a un amico
versione stampabile
in questa pagina...

 Immagini



Allestimento dell' area di lavoro a Irola, nel comune di Villafranca (157Kb)


Allestimento dell' area di lavoro a Irola, nel comune di Villafranca (149Kb)

 Collegamenti

» Tutti gli aggiornamenti

» Per saperne di più


 Allegati

Scenari Terex


web design Aicod
il Portale di Massa
portale massa carrara: un sito dell'Amministrazione Provinciale di Massa-Carrara
  Home / Amministrazione Provinciale / temi / interessi / atti e documenti / 
© Provincia di Massa Carrara - tutti i diritti riservati
disclaimer \ credits
^ Torna a inizio pagina ^