Versione Accessibile

il portale di servizi e informazioni della Provincia di Massa-Carrara

temi

Versione Accessibile
indice di questa sezione:
News
Biblioteche e Archivi
Procedimenti
Bandi

interessi in Cultura ed eventi
sono un cittadino vai »
sono un'azienda vai »


informazioni utili:

Centralino: 0585/816111

Dati Utili
Dirigente
D.ssa Claudia Bigi
Tel. 0585/816222
Sede
Palazzo Ducale 35 - 54100 Massa
Funzionario responsabile
Francesca Lazzerini
Tel. 0585/816232
Segreteria di settore
Dina Bertolini
Tel. 0585/816277
Dina Bertolini<
  ti trovi in: temi > Cultura ed eventi > Lunatica 2009

Lunatica Festival 2009
Pronta la quindicesima edizione. Di Rinaldo Bigi il manifesto d’autore.
Un cartellone di primo piano: l’assoluta mondiale della Fura dels Baus, gli omaggi a De Andrè della PFM e di Bubola, quello a Gaber di Gioele Dix,e poi Ascanio Celestini, Benni e Fresu. Riccardo Tesi.
Lunatica a sostegno di Amnesty
 
Un numero, il quindici, è il leit motiv di Lunatica 2009 il festival di musica, prosa e danza promosso dalla Provincia di Massa-Carrara, che torna ad illuminare  le serate estive di borghi, castelli, piazze e cave.
Quindici, il numero delle edizioni, quindici le serate tutte d’un fiato dal 22 luglio al 5 agosto, novità inserita lo scorso anno e confermata considerata la positività della formula per un festival nato itinerante e fedele fin dalle origini a questo imprinting che ne conferma la particolarità e l’esclusività nel panorama delle manifestazioni di questo tipo.
Anche quest’anno Lunatica sarà un tour de force che metterà a dura prova la macchina organizzativa della Provincia.
 
L’importanza di Lunatica va oltre i confini di un festival artistico – ha dichiarato il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Osvaldo Angeli - Rappresenta un intero territorio e si sposa con la nostra idea di marketing territoriale perché unisce tutte le peculiarità della Provincia di Massa – Carrara: cave di marmo, borghi, castelli e piazze alla possibilità per il pubblico di conoscere una molteplicità di aspetti attraverso la valorizzazione del paesaggio, delle originalità del territorio, della cultura eno – gastronomica, che nell’edizione di quest’anno farà il proprio esordio nell’ambito di Lunatica Festival.
Gli spettacoli di Lunatica  - ha concluso Angeli - si inseriscono nella suggestione degli scenari che il territorio offre, si calano in questi e ne diventano parte attiva ed è questa la sua forza, per questo è con viva soddisfazione per il programma che si aprirà il 22 luglio che auguro il più grande successo alla quindicesima edizione di Lunatica Festival e mi auguro che rappresenti un’occasione di visita e di incontro nella nostra terra per chi qui risiede e per chi verrà a scoprirla”.

Entusiasmo: è con questo spirito che guardiamo a Lunatica 2009 – ha dichiarato Lara Venè, assessore alla cultura della Provincia di Massa-Carrara. Ce lo suggerisce il successo dell’ultima edizione, confortati dalla positiva accoglienza riservata alla nuova formula dal pubblico. Entusiasmo che ci deriva fin d’ora dalla vittoria rispetto a una scommessa portata avanti nelle ultime due edizione, rinnovamento ma soprattutto continua crescita dell’amministrazione con la decisione di riportare all’interno l’organizzazione, per il terzo anno consecutivo. Una dimostrazione, se ce ne fosse stato il bisogno, che certe scommesse possono essere affrontate anche nel “pubblico”. 
Si sta consolidando un gruppo di progetto, formato da dipendenti dell’Amministrazione, al quale va il mio particolare ringraziamento, che sta crescendo ad ogni edizione e che ci conforta confermando la positività di una scelta che  risponde alla precisa volontà politica di valorizzazione delle risorse interne.
Un’altra scommessa vinta – ha proseguito l’assessore -  è stata quella della presenza del pubblico che ha seguito e apprezzato gli spettacoli e la loro cornice. Si è trovata, potremmo dire, la giusta misura, che è la cifra di Lunatica, ovvero miscelare eventi e luoghi stabilendo un legame molecolare che contribuisce, nell’esito, alla raffinatezza dell’alchimia.
Tutto questo
– ha concluso Venè – ci ha convinto a fare uno sforzo economico notevole, se si guarda al livello del cartellone da una parte e all’esiguità del nostro bilancio dall’altra. Uno sforzo reso possibile in primo luogo dall’apporto della Regione Toscana, che continua a credere nel nostro Festival, della Fondazione Cassa di risparmio di Carrara e di tutti i nostri partner: a tutti loro va il nostro ringraziamento”.

I Partner
I partner della Provincia in questo nuovo allestimento: Regione Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Cassa di risparmio di Carrara, Camera di Commercio, industria artigianato e agricoltura di Massa-Carrara, Comunità Montana della Lunigiana, comuni della provincia, Autorità Portuale di Marina di Carrara, Agenzia per il turismo di Massa-Carrara e Accademia di Belle arti di Carrara.
 
Gli sponsor
Hanno sostenuto Lunatica Festival 2009: Unipol, Amia Carrara, Cat.
 
Il manifesto d’autore
Per il terzo anno Lunatica avrà il suo manifesto d’autore: dopo quello di Omar Galliani  e quello dedicato lo scorso anno a Pietro Cascella, il manifesto 2009 lo si deve a Rinaldo Bigi, artista di Pietrasanta, docente di tecniche della scultura presso l’Accademia, che ha dedicato appositamente una sua opera a Lunatica.

Il cartellone
Grandi nomi, piccole produzioni, il giusto mix di generi, scrive Marina Babboni, direttore artistico del Festival, nella sua presentazione. Il tutto non concepito, programmato, comunicato solo per il valore, comunque sempre alto, delle scelte artistiche: ma tutto pensato e realizzato per comunicare un territorio, risvegliare negli abitanti orgoglio e partecipazione, ma soprattutto far conoscere ai turisti un territorio toscano ma anche un po' ligure ed emiliano.
Quest'anno, per esempio, il grande evento del festival sarà una produzione originale della Fura dels Baus alle cave, che avrà come palcoscenico e scenario uno dei luoghi più conosciuti al mondo per il marmo che se ne estrae, ma forse non ancora abbastanza valorizzato per le sue potenzialità turistiche straordinarie.
Il programma del festival si snoderà per 15 sere consecutive, alternando musica e prosa, jazz e musica popolare, prime nazionali ed esibizioni dell'Orchestra della Toscana.
Il tutto legato dal vero valore aggiunto di Lunatica: il territorio dell'intera provincia che si squadernerà sotto gli occhi dei visitatori e degli spettatori offrendosi con i suoi musei aperti, con i castelli restaurati, con le molte mostre d'arte contemporanea allestite con la collaborazione dell'Accademia di Belle Arti di Carrara. 
Quasi ogni spettacolo terminerà con un "brindisi sotto le stelle" con l'offerta dei prodotti tipici del territorio, dall'ormai sin troppo famoso lardo di Colonnata sino al miele dop della Lunigiana, dalla Marocca di Casola al vermentino delle colline del Candia.
Chi acquisterà il biglietto per uno spettacolo, quindi, avrà un lasciapassare per vivere un'esperienza a tutto tondo.
 
Non concerti negli stadi, per quanto utili ed apprezzabili: ma piazze storiche invase dalla P.F.M col loro ricordo veritiero di De Andrè, parchi trasformati dalla forza evocativa di Ascanio Celestini, borghi medievali incantati dalla tromba di Paolo Fresu e dalle parole di Stefano Benni e poi anteprime di spettacoli che co-debutteranno in altri importanti festival nazionali.
Un programma che vede molte produzioni e coproduzioni, progetti pensati assieme in una rete di relazioni che si sono consolidate negli anni: Mario Perrotta col suo Misantropo che debutta al Festival delle Colline torinesi, l’omaggio a Caterina Bueno di Riccardo Tesi coprodotto con il festival “Itinerari Musicali della provincia di Pistoia”, Marco Rovelli che per la regia di  Renato Sarti propone la mise en espace del suo nuovo libro, dopo il grande successo del precedente Lager Italiani, trattando temi di grande impegno civile. Un altro omaggio, questa vota a chi è stato davvero il padre del teatro canzone, Giorgio Gaber, è quello della Fondazione Gaber e Gioele Dix con Se potessi mangiare un’idea.
Per finire con Andrea Battistini, che l’anno scorso ha incantato il pubblico al Convento di Cerignano con una rilettura personale e freschissima del Sogno di una notte di mezza estate e che quest’anno proporrà un sensazionale Skakespeare Machine che animerà  un intero borgo medievale per concludersi con una grande cena rinascimentale . Lo spettacolo è frutto dell’esperienza dei 40 giovani che  dal 19 luglio, saranno ospitati al Castello di Terrarossa per uno stage formativo che li porterà a debuttare al fianco degli attori del Teatro di Castalia.
Una programma di grandi nomi e  scoperte, legati in un tutt’uno indissolubile ed originale: per la prima volta, ad esempio, Lunatica emigra nel territorio della provincia della Spezia, in quell’anfiteatro di Luni , città romana che era lo sbocco a mare delle Apuane e dei suoi marmi, ai piedi della Lunigiana storica: lì troverà posto lo spettacolo di Massimo Bubola, storico collaboratore di De Andrè, e lì ritroveremo il filo che legò Faber a Carrara, la città anarchica da lui amata e frequentata.

Lunatica a sostegno di Amnesty International
Lunatica 2009 si impegna per i diritti umani e lo fa sostenendo la nuova campagna di Amnesty International lanciata nello scorso mese di maggio, “io pretendo dignità”. In accordo con Amnesty la serata del 29 luglio, con lo spettacolo “Servi” sarà dedicata in apertura ad una breve presentazione della campagna. L’evento sarà promosso da Amnesty attraverso i suoi canali.
 
Lunatica e la comunicazione
Novità nella promozione di Lunatica 2009 rispetto alle precedenti edizioni: confermate le azioni già portate avanti nelle scorse edizioni, il festival sarà presente su internet in due spazi, quello istituzionale della Provincia e del suo portale ed uno appositamente dedicato al festival (www.lunaticafestival.com), che sarà attivo nei prossimi giorni. Quest’ultimo, grazie all’immediatezza dell’indirizzo rende più facile la promozione, permettendo una maggiore condivisione  dei contenuti sui social network ed una fidelizzazione dei visitatori.
Contemporaneamente partirà anche una campagna promozionale attraverso il motore di ricerca di Google per aumentare la conoscenza dell’evento e attirare un pubblico qualificato sul sito di Lunaticafestival.
Ma Lunatica è anche condivisione e il festival sarà presente anche su Facebook con un gruppo “Quelli che….Lunatica
Lunatica 2009 sperimenterà in questa edizione, per la prima volta, un’esperienza di media partner con l’emittente radiofonica Controradio di Firenze che permetterà una promozione radiofonica integrata.
 
Ulteriori informazioni:
Tipologia spettacolo

data di creazione: 25/06/2009
data di modifica: 20/08/2009
segnala a un amico
versione stampabile
in questa pagina...

 Immagini



Conferenza stampa di presentazione (87Kb)


Conferenza stampa di presentazione (74Kb)


La Fura dels Baus (113Kb)


PFM (21Kb)


Ascanio Celestini (31Kb)


Gioele Dix (35Kb)


Paolo Fresu (38Kb)


Stefano Benni (33Kb)


Riccardo Tesi (36Kb)


Orchestra della Toscana (109Kb)


Massimo Bubola (28Kb)


Mario Perrotta (29Kb)


Andrea Battistini (18Kb)


Marco Rovelli (22Kb)

 Collegamenti

» Il sito ufficiale di Lunatica


 Allegati

Presentazione di Marina Babboni, direttore artistico del Festival

Il curriculum di Rinaldo Bigi

Programma


web design Aicod
il Portale di Massa
portale massa carrara: un sito dell'Amministrazione Provinciale di Massa-Carrara
  Home / Amministrazione Provinciale / temi / interessi / atti e documenti / 
© Provincia di Massa Carrara - tutti i diritti riservati
disclaimer \ credits
^ Torna a inizio pagina ^